Accedi al sito
Serve aiuto?

Progetti » Edilizia Privata » Casa privata fam. Casolla

Casa privata fam. Casolla
Il progetto in oggetto prevede la demolizione con ricostruzione e riqualificazione energetica delle abitazioni, situate nella parte a sud-est del paese di Pejo, della famiglia Casolla.
Il lotto oggetto di intervento edilizio, di forma trapezoidale, costeggia la strada comunale lungo il lato sud-ovest, i lati nord-est e sud-est confinano con altri terreni, mentre il lato nord-ovest è adiacente ad un andito pertinenziale di un edificio ad uso residenziale.
La sua collocazione presenta una posizione ottimale per ospitare un edificio residenziale; risulta direttamente accessibile dalla strada comunale e presenta un’esposizione favorevole, nonché una veduta libera sul paesaggio circostante.
Nella strada comunale inoltre sono presenti i tracciati di tutte le infrastrutture quali acquedotto, fognatura e linea elettrica, i rispettivi collegamenti risultano pertanto di immediata realizzazione.

Progetto |
Considerata la volumetria realizzabile nel lotto, le esigenze della committenza e le disposizioni del Piano Attuativo, si è scelto di occupare la parte a valle del terreno a ridosso della strada con la volumetria di futura realizzazione, lasciando inalterata, quindi a prato, tutta la parte a monte del lotto. Si realizzerà una strada d’accesso interna alla particella che diparte dalla strada comunale entrando a ovest nel terreno, salendo lungo il confine nord-ovest dello stesso fino circa a metà lotto. La parte a nord-ovest, a ridosso della strada comunale diverrà un piazzale che prevede l’accesso carrabile al piano seminterrato e dei posti auto esterni. Questa viabilità interna prevede una pavimentazione in asfalto.
La scelta architettonica del volume, in coerenza con le disposizioni del P.R.G. è quella di creare una volumetria movimentata,  che segua il ripido sviluppo del terreno, il quale sarà modellato in terrazzamenti, spazi verdi e percorsi pedonali, con particolare attenzione all’andamento naturale del terreno che verrà alterato solo ove strettamente necessario. Gran parte del lotto pertanto rimarrà con la sua originaria configurazione a prato, per meglio integrarsi nel contesto poco edificato caratteristico delle zone prossime ai nuclei storici di alta montagna.
Per quanto riguarda la struttura è stato studiato un edificio residenziale della tipologia a blocco, ospitante un unico alloggio sviluppato su due piani. La volumetria si collocherà parallelamente alla strada comunale adiacente al lato sud-ovest del lotto. L’orientamento delle falde sarà rivolto a nord-sud in coerenza con gli edifici residenziali presenti nelle vicinanze.
Verrà realizzato un piano interrato adibito a garage, con un fronte d’ingresso fuori terra verso la strada a valle.
Sopra la parte a nord-ovest di tale basamento verrà realizzato l’edificio abitativo, formato da un piano compatto contenente la zona giorno, con un piano superiore adibito a zona notte che comprende la parte a monte del sedime del piano sottostante.
Si è scelto di dare questo movimento soprattutto in altezza, che rappresenta l’andamento ripido del terreno, quindi a seguire la morfologia dello stesso lungo l’asse nord-sud.
Come già accennato si è scelto di agire su una linea tradizionale e conservativa degli elementi e delle caratteristiche che contraddistinguono l’architettura della nostra Valle. Ne è tipico esempio è il maso. L’idea che sta alla base di queste tipologie è l’apparato statico leggero ed elastico, razionalità e semplicità delle soluzioni compositive, uso dei materiali naturali reperibili in loco. Come sopra descritto, l’edificio sarà costruito su terreno in declivio, e come di consueto la parte seminterrata, che un tempo ospitava la stalla, è costituita da uno zoccolo in muratura di pietrame, sulla quale si appoggia la sovrastante struttura in legno destinata in gran parte a fienile.
La parte in legno, che era composta da una leggera struttura portante in travi e pilastri di larice con tamponamenti in tavole di anch’esse di larice, qui verrà ripresa nella parte centrale dei prospetti, contenuta dalle porzioni murarie angolari dette ‘morsole’. I timpani, interamente tamponati in legno,saranno aggettanti, caratteristica che si ripete spesso negli edifici simili della valle.
Nella parte in muratura le aperture sono limitate allo stretto necessario, in particolare nei fronti rivolti a nord.
L’edificio accessorio verrà realizzato a monte dell’edificio e costruito interamente in legno seguendo la stessa tipologia appena descritta.
L’edificio sarà sviluppato su due piani fuori terra e ospiterà un unico alloggio. L’appartamento duplex, vedrà la zona giorno a piano terra, direttamente accessibile dall’esterno al termine della strada a monte del lotto, mentre la zona notte sarà a piano primo.
 

lavori | strutture in elevazione
lavori | getto primo impalcato
dopo i lavori | vista facciata principale
dopo i lavori | vista principale